“Storie della buonanotte per bambine ribelli”, non principesse ma 100 donne straordinarie

87
0
Share:
storie della buonanotte

C’era una volta una bambina che non ne voleva proprio sapere di essere una principessa, che voleva andare a letto sognando di diventare una donna straordinaria, il cui amore, il principe azzurro, se lo doveva davvero sudare. Una bambina che amava le favole, ma quelle vere, quelle dove la principessa scioglie la lunga treccia dorata per imbrigliare il drago e cavalcarlo. Quelle dove le mele dagli sconosciuti non si accettano e magari, per star sicura, apre il proprio own business. Quelle dove la principessa decide con coraggio ogni mattina di alzarsi, senza aspettare il bacio del principe, e diventare una donna straordinaria. C’era una bambina che sognava sfogliando “Storie della buonanotte per bambine ribelli“.

“Storie della buonanotte per bambine ribelli”

“C’era una volta una bambina che sognava… Di sposare un principe azzurro? No! Di andare su Marte!”

storie della buonanotte per bambini ribelli

Elena Favilli e Francesca Cavallo

Storie della buonanotte per bambine ribelli è una raccolta di fiabe della buonanotte scritta da Elena Favilli e Francesca Cavallo, illustrata da 60 illustratori provenienti da ogni parte del mondo. Sono le storie di 100 donne straordinarie, 100 donne che hanno cambiato il mondo, che si sono spinte oltre i limiti, inseguendo i loro sogni. Sono le favole della vita reale, da Michelle Obama a Frida Khalo, da Rita Levi Montalcini a Margherita Hack, 100 favole per diventare una grande donna.

“Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto, lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi”.

Storie della buonanotte per bambine ribelli uscì in Italia due anni fa e fu un successo. Grazie alla passione delle scrittrici e alla volontà di tutti quelli che le hanno appoggiate, si fece strada con le unghie e con i denti, attraverso la cortina di critiche che lo sommerse, e arrivò primo in classifica.

“C’era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n’era un’altra che diventò la più forte tennista del mondo e un’altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle”

Le vite di 100 donne straordinarie diventano favole semplificate e donate alle bambine di tutto il mondo, attraverso le penne delle autrici, inspiratrici, rivoluzionarie, coraggiose, incredibili. Sono scienziate, astronaute, pittrici, musiciste, giudici, sportive, sono donne, non principesse.

“Storie della buonanotte per bambine ribelli 2”

storie della buonanotte

Storie della buonanotte per bambine ribelle 2

Il successo travolgente della prima raccolta ha portato inevitabilmente all’uscita di un secondo volume. Perché le donne straordinarie non finiscono qui e le future donne che sognano in grande sono sempre di più. Sempre più guerriere, sognatrici, con una fame di conoscenza che punta sempre più in alto.

Storie della buonanotte per bambine ribelli conta oltre un milione di copie vendute. Ma è molto di più, è divenuto un movimento globale, un simbolo di libertà.

“C’erano una volta cento ragazze che hanno cambiato il mondo. Ora ce ne sono molte, molte di più”

Nel secondo volume ecco spuntare altre 100 donne altrettanto straordinarie: Bebe Vio, Madonna, Agatha Christie. Anche qui le favole raccontano di donne che hanno cambiato il mondo: poetesse, scrittrici, vulcanologhe, astronaute, chirurghi. C’era una volta Audrey Hepburn che mangiava tulipani per sopravvivere e J.K. Rowling che dalla povertà assoluta ha rivoluzionato il mondo della letteratura. C’erano 100 donne straordinarie e molte altre ancora.

“Io sono una bambina ribelle”

Arriva, infine, “Io sono una bambina ribelle – il quaderno delle mie rivoluzioni”, perché Cavallo e Favilli in fondo si sono sempre ispirate ai loro sogni da bambine e ai sogni delle bambine di tutto il mondo. Perciò non pensare che sei solo una piccola bambina in un mondo troppo grande.

Sei una bambina ribelle, una scrittrice, un astronauta, un chirurgo di fama mondiale, una scienziata, sei tutto ciò che vuoi essere e metterlo nero su bianco lo fa sentire ancor più reale.

Dopo il successo dei due libri le autrici lasciano alle loro piccole fan l’arduo compito di andare avanti, scrivendo la loro rivoluzione personale, perché le piccole bambine di oggi saranno le donne straordinarie di domani.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.