Bonus 600 euro COVID 19, Il caos ed il down del sito INPS

675
0
Share:
Smart working

Si è parlato tanto delle misure poste in essere dal Governo con il DPCM n. 18 del 12/03/2020, misure urgenti per l’economia, e delle poco coraggiose misure poste in campo, che dovrebbero essere potenziate con un ulteriore decreto di Aprile.

Ebbene, una di queste misure, il bonus COVID19 per autonomi ha visto ieri la partenza, col botto direi del sito istituzionale dell’INPS!

Sito Inps in Down

A prescindere dal potenziamento dello stesso che si richiede da tempo dagli operatori del settore perché il più delle volte appare rallentato,  Sig. Presidente Tridico, pareva alquanto scontato che ci sarebbe stato l’assalto alla procedura da parte dei cittadini, considerato che non potevano avvalersi dell’apporto del proprio Commercialista!

Pareva ancora più chiaro che dopo le sue circolari sulla limitata disponibilità di fondi si sarebbe creato il caos e avrebbe scatenato la guerra tra poveri!

Infatti, per il bonus autonomi il governo ha stanziato circa 3 miliardi di euro suddivisi tra le varie categorie dei beneficiari.
Con queste risorse per un mese possono essere ristorati quasi cinque milioni di lavoratori.

“Comunque tutti coloro che ne hanno diritto, avranno l’indennità.

“Il governo sta varando un nuovo provvedimento sia per rifinanziare le attuali misure sia per altre”, ha ricordato il presidente Inps, Pasquale Tridico”, tenendo fede a queste affermazioni, avrebbe sicuramente evitato il down del sito e la più logica regolazione degli accessi.

Bonus

Coronavirus, gli interventi a sostegno delle categorie (Il Sole 24 Ore, 19 marzo 2020)

Se invece avesse ascoltato la voce di noi Commercialisti, si sarebbe reso conto che la maggior parte dei Commercianti, Artigiani, Agricoli, Parasubordinati, prima di conferire delega ai patronati, la hanno già conferita ai loro Commercialisti!

Se avesse aperto i canali agli intermediari abilitati, non si sarebbe complicata un’operazione talmente elementare.

Ora sembra che i canali di comunicazione si siano incontrati, i Commercialisti sono stati abilitati alla trasmissione delle pratiche da ieri e gli accessi al sito internet contingentati con i seguenti orari: dalle 08,30 alle 16,00 gli intermediari, dalle 17,00 alle 23,59 i cittadini.

Pare che per oggi non possano ancora essere presentate domande in delega, ma visto che oramai sono state smentite le voci circa l’applicazione dell’ordine cronologico nella erogazioni dei fondi, attendiamo l’apertura del portale per poter presentare le domande.

Ricordiamo quali sono i requisiti per poter usufruire del bonus

Potranno richiedere l’indennità i seguenti lavoratori:

  • partite IVA
  • collaboratori coordinati e continuativi
  • artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri
  • lavoratori stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali,
  • OTD agricoli,
  • lavoratori dello spettacolo, iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo

Attenzione

Va in ogni caso ricordato che il bonus da 600 euro per gli autonomi non è cumulabile e nemmeno compatibile con strumenti di sostegno al reddito derivanti da misure assistenziali, quali la cosiddetta Ape sociale, il reddito o la pensione di cittadinanza, l’assegno ordinario di invalidità.

Il bonus è invece cumulabile con la Naspi per i lavoratori dello spettacolo e per quelli stagionali e con borse di studio, stage e tirocini.

Il bonus non contribuisce alla formazione del reddito, quindi è esentasse. Non dà nemmeno luogo, però, alla contribuzione figurativa e quindi il periodo di sospensione dal lavoro non varrà ai fini della pensione, a differenza di quanto invece accade per la cassa integrazione accordata ai lavoratori anche in deroga.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest