Farmaci: Originali o Generici?

Share:
generici

Originali o Generici? Questa è una  domanda che faccio tutti i giorni quando mi si presenta una ricetta e dall’altro lato del banco vedo le facce dei clienti incupirsi, “faccia lei dottoressa” mi rispondono alcuni,mentre altri mi chiedono di spiegargli la differenza, altri ancora mi dicono che il medico sconsiglia l’uso dei farmaci generici!

Facciamo un po’ di chiarezza sulla questione: cos’è un farmaco equivalente o generico?

generici

Farmaci generici e non

Il farmaco equivalente, meglio noto come generico, è un farmaco che contiene lo stesso principio attivo, (cioè la sostanza che svolge l’attività farmacologica) di un medicinale di riferimento o più semplicemente di marca, nella stessa quantità e via di somministrazione.

Quello di marca viene sviluppato e brevettato da un’azienda farmaceutica e commercializzato con un nome di fantasia in assoluta originalità esclusiva fino allo scadere della protezione del brevetto.

Allo scadere del brevetto anche altre aziende farmaceutiche possono produrre e commercializzare il farmaco, che avrà poi il nome del principio attivo di cui è costituito.

Parametri

I medicinali equivalenti devono avere gli stessi requisiti di qualità, sicurezza ed efficacia dei corrispondenti medicinali di riferimento.

QUALITÀ: perché come tutti i farmaci anche gli equivalenti devono essere prodotti nel rispetto delle rigorose norme di buona fabbricazione che ne assicurano standard di qualità nell’ intero processo di produzione.

SICUREZZA: perché anche i farmaci equivalenti non possono essere messi in commercio senza l’AIC (autorizzazione all’immissione in commercio) che ne garantisce la sicurezza.

EFFICACIA: perché due farmaci si possano definire equivalenti con la stessa efficacia terapeutica devono avere la stessa equivalenza, (cioè lo stesso principio attivo nella stessa dose e via di somministrazione), ma soprattutto devono essere bioequivalenti che è il punto focale di tutto.

Ogni medicinale equivalente deve essere assimilato e reso disponibile nell’organismo alla stessa velocità (o quanto meno paragonabile) e quantità del farmaco originale.

Ma gli eccipienti?

generici

Farmaci

Gli eccipienti sono sostanze non attive, quindi prive di attività farmacologica da un punto di vista terapeutico, che non influenzano l’efficacia del farmaco compresa quella dei medicinali equivalenti.

Proprio per questo motivo i medicinali equivalenti non devono contenere necessariamente gli stessi eccipienti di quelli di marca, ciò che conta è la loro bioequivalenza.

Infine costano meno e possiamo usarli in assoluta tranquillità.

Un’altra domanda che spesso mi sento fare è: “dottoressa ma lei li usa?”

Certamente quando serve li uso pure io.

 

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.