La mia vita da mamma e studentessa universitaria

Mamma e studentessa, è possibile?

Molti mi chiedono spesso come mai ho deciso di riacquistare lo status di studentessa alla mia età!
Dopo aver perso il mio lavoro mi sono ritrovata all’improvviso a casa a potermi occupare h 24 dei bimbi e della famiglia. Che meraviglia direte voi! Bé, non proprio. Se hai un carattere come il mio, che praticamente vivi con l’argento addosso e devi essere sempre impegnata in un progetto, in qualcosa che ti dia un senso, uno scopo, un traguardo, stare a casa a fare faccende domestiche, lavare stirare e urlare dietro ai figli non è il massimo.
Attenzione, io amo stare nella mia casetta, mi piace prendermene cura, avere cura dei miei bimbi, cercare di essere presente per loro. Ma amo anche prendermi cura di me, darmi degli obbiettivi e cercare di raggiungerli cercando di non abbattermi e scoraggiarmi.

La mia Family

Ricominciare a studiare con 5 figli

Ci ho riflettuto parecchio e alla fine ho seguito anche il consiglio di mio marito e ho ripreso da capo l’università. Sapevo benissimo che non sarebbe stato facile, non avrei potuto condurre una vita da studentessa nel vero senso della parola. Sapevo che non avrei avuto intere giornate da dedicare allo studio, ma avrei dovuto ritagliarmi degli spazi senza sottrarli alla mia famiglia.
Sicuramente non è facile seguire la casa, star dietro a 5 figli di età diverse, e fare del blog un lavoro. Ma perché non provarci? Perché rinunciare senza nemmeno tentare?

Alex e Eros

Il segreto è credere in se stesse

Non sono speciale! Mi imbarazzo sempre quando mi vengono fatti complimenti del tipo: sei un mito, sei bravissima, ma come fai con 5 figli.
Io sono convinta che ognuna di noi è in grado di realizzare i propri sogni, o almeno di provarci. Io spessissimo mi faccio prendere dal senso di depressione, dalla paura di non farcela, di mollare tutto. In questo grazie a Dio ho la fortuna di avere un marito che mi aiuta e che mi incoraggia sempre a continuare, un’amica Claudia, che mi sopporta davvero e mi supporta, e altri amici che mi danno sempre tanti consigli e affetto. Un parte di ciò che riesco a fare è anche merito dei miei figli, soprattutto delle tre donnine che mi danno una gran mano, a volte anche dietro minaccia (ahahah) ad organizzarmi.

La mia adorata Cagliari

Oggi, ad esempio, ho dato un’esame nonostante non mi sentissi pronta, come succede sempre, ma non so perché è stato diverso. Non ho fatto vincere la paura di non farcela. Mentre ero in viaggio per l’università mi dicevo: posso farcela, devo farcela. Quindi questo è un post scritto non per auto lodarmi, non ho fatto niente di speciale, assolutamente. Ma è un post dedicato a chi come me ha bisogno di essere caricato, tifato e spronato. E’ un messaggio per tutte quelle donne che come me spesso si sentono stanche, sfinite, non capite: lottate, lottate sempre, la vita è bella, è una e abbiamo solo questa possibilità per rincorrere i nostri sogni!

Le foto con i miei figli sono state realizzate da Daniele Cherenti
No comments yet! You be the first to comment.

Accedi con