Greta Thunberg, fans contro haters

80
0
Share:
Greta Thunberg durante una manifestazione

Vi abbiamo già parlato di Greta Thunberg, la piccola attivista sedicenne che con il suo “sciopero della scuola” ha mobilitato le coscienze di tutto il mondo. Portando all’attenzione dei media un problema importante come i cambiamenti climatici e il disagio ecologico.

Dal suo “esordio” sui mass media, Greta ha letteralmente diviso il popolo del Web – e non solo.

I suoi sostenitori e sostenitrici si sono spesso scontrati contro detrattori e haters, altrettanto agguerriti e decisi ad affondare la popolarità della ragazzina.

Greta Thunberg però ha dimostrato in più di un’occasione di non lasciarsi influenzare dalle critiche online. Allo stesso modo ha espresso parole di incoraggiamento per i suoi sostenitori e per tutti coloro che credono valga la pena lottare per un mondo più etico e sano.

Da Nadia Toffa a Rita Pavone, hater alla riscossa

Le posizioni e gli ideali di Greta Thunberg le hanno provocato un gran numero di critiche dagli hater di tutto il mondo.

A scagliarsi con veemenza contro questa ragazzina, purtroppo, sono stati anche personaggi del mondo dello spettacolo. Comprese altre donne, come Nadia Toffa e Rita Pavone.

Greta in sciopero nonostante le critiche

Le critiche degli haters non hanno sminuito la determinazione di Greta

La Pavone ha scelto Twitter come tramite per il suo “attacco” nei confronti di Greta. In un suo post, la cantante afferma: “Quella ‘bimba’ con le treccine che lotta per il cambiamento climatico, mi mette a disagio. Non so perché. Mi ricorda un personaggio da film horror...”

Naturalmente il post ha subito suscitato aspre proteste. A cui la Pavone ha risposto in seguito, scusandosi pubblicamente per la scelta di parole tutt’altro che idonea.

“Ho fatto una gaffe enorme perché non sapevo che avesse la Sindrome di Asperger. Mi ricordava la ragazzina con le treccine di un film e ho detto che mi metteva a disagio.” La cantante si è poi scagliata contro i suoi stessi accusatori, rei di averla criticata troppo severamente.

Tra le denigratrici di Greta c’è anche Nadia Toffa. Che però non prende di mira la giovane attivista quanto, piuttosto, chi è convinta che si “celi” dietro di lei.

“Risparmiateci i bambini politicamente corretti quando gli adulti non vogliono fare niente”, ha scritto su Twitter la conduttrice de “Le Iene”. “Usare i bambini è una vergogna.”

Toni molto più sopra le righe sono stati usati, invece, da Maria Giovanna Maglie ospite ai microfoni di “Un giorno da pecora”. La scrittrice, che ha fatto del politically incorrect il suo cavallo di battaglia, ha sostenuto fra l’altro: “Adesso non si può parlare male di Greta perché è malata. Ha la sindrome di Asperger. E allora non si può dire quello che direi se fosse stata sana… cioè che l’avrei messa sotto con la macchina.”

Le voci delle fan che sostengono Greta Thunberg

Le critiche delle detrattrici non si sono però mostrate sufficienti a scalfire l’entusiasmo di Greta. “È un buon segno che mi odino” ha dichiarato la giovane in un post su Facebook. “Vuol dire che mi considerano una minaccia“.

La sua grinta straordinaria e la sua determinazione nel battersi in nome del pianeta le ha del resto procurato anche l’affetto di un gran numero di fan e sostenitrici. Che vedono in questa ragazzina un simbolo di speranza. Speranza nel futuro.

Greta Thunberg

Greta Thunberg circondata da sostenitori

Si parla sempre più spesso di “nuove generazioni allo sbando”, di ragazzi che passano il tempo dietro a frivolezze, o che vivono proiettati nel mondo virtuale di Internet.

Greta, invece, utilizza le armi del Web come portavoce per la sua campagna di sensibilizzazione. Parla ai giovani con il linguaggio dei giovani e “bacchetta”, senza alcuna esitazione, gli adulti che non vogliono vedere, che si cullano nelle illusioni. Ricorda un po’ la celebre Mafalda dei fumetti, che con i suoi occhi spalancati da bambina sapeva vedere quello che gli adulti davano per scontato.

E il suo impegno ha suscitato l’approvazione e il sostegno anche di molti VIP, che non temono di dichiarare la loro approvazione nei confronti di Greta Thunberg e dei suoi scioperi studenteschi.

Tra questi c’è la cantante Giorgia. In occasione del Global Strike For the Future organizzato da Greta, l’artista ha condiviso le foto dell’evento su Facebook e si è schierata con decisione dalla parte degli attivisti. “Greta Thunberg è il volto del nostro futuro.”

Di parere analogo anche Elisa Toffoli, che ancora una volta ha scelto i social network per esprimere il suo sostegno. “A tutti gli studenti in Italia e nel mondo che si uniranno a Greta per manifestare per il pianeta, voglio solo dire GRAZIE. Siete dei grandi!”

E Annalisa Scarrone dal suo account Instagram invita a seguire l’esempio di Greta Thunberg. “Informiamoci bene anche sulle piccole cose che possiamo fare in prima persona, perché sono già importanti. Spero che Greta Thunberg diventi l’esempio di tutti, piccoli e grandi.”

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.