La nostra Pasqua in Gallura

Share:

Come ogni anno aspetto con impazienza le vacanze di Pasqua per staccare la spina e ricaricare le pile fino alla tanto attesa estate.

L’anno scorso abbiamo scelto di trascorrere le vacanze Pasquali nella nostra amata Alghero, ve ne ho parlato qui.

Quest’anno abbiamo deciso di cambiare meta e ci siamo spostati a Palau!

Credo che questo paesino sia un pò sottovalutato, viene spesso considerato il punto di transito per arrivare a La Maddalena, ma vi assicuro che ha delle coste altrettanto stupende e delle attrattive che sono assolutamente valide.

Siamo partiti di sabato mattina, nel bel mezzo di una bufera! Il vento non ci ha abbandonato nemmeno per un minuto e anche la pioggia ci ha tenuto compagnia fino a dopo l’arrivo a destinazione.

Con i bambini piccoli si sa, il viaggio in macchina deve essere super organizzato e vanno anche stabilite delle soste per farli un pò riposare.

Ci siamo messi in viaggio intorno alle 10 e mezza, lasciando le 3 ragazze che ormai non ci seguono più dalla nonna.

Dopo circa 1 ora e mezza abbiamo fatto sosta nell’autogrill in prossimità di Terralba e abbiamo pranzato velocemente.

Ci siamo rimessi in marcia facendo un’altra sosta ad Olbia, dove abbiamo fatto merenda, sgranchito le gambe e fatto giocare un pò i bambini.

Alle 18.00 circa siamo giunti a destinazione.

Palau una perla tra mare e montagna

Ad attenderci a Palau oltre il forte maestrale anche un timido sole che iniziava ad affacciarsi tra i nuvoloni.

Dopo aver fatto il chek in ci siamo impossessati della nostra camera al Residence Costa Serena. Abbiamo disfatto le valigie e iniziato a prendere confidenza con il nostro piccolo appartamento.

Il villaggio è ben posizionato, le camere sono carine e molto pulite il personale cortese, unica grande pecca è il fatto che le stanze non siano climatizzate e tanto meno insonorizzate! Vi posso garantire che la notte ha fatto freddo e che con due bimbi non è il massimo stare in una camera fredda e con rumori molesti!

Dopo esserci sistemati siamo usciti per cena e ci siamo fermati in una pizzeria in paese, attirati dal nome sull’insegna!

Pizzeria La Vecchia Stazione di Palau

Il locale si chiama “Alla Vecchia Stazione” ma il nome che mi ha più colpita è quello della proprietaria, Lucia Pintus, che è il nome della mia nonnina recentemente venuta a mancare.

Siamo stati accolti da una Signora tanto gentile, la proprietaria appunto e abbiamo gustato davvero un’ottima pizza.

Il locale è molto carino e pulito, adatto sicuramente alle famiglie. Il cibo ottimo, per Alex abbiamo ordinato degli spaghetti al pomodoro che ha mangiato anche Eros talmente erano buoni e abbondanti.

Dopo cena abbiamo fatto un giro al porto e poi siamo tornati in camera.

Un pranzo di Pasqua super coccolati al Ristorante Chimbe di Palau

La mattina di Pasqua ci siamo svegliati con comodo, abbiamo ordinato la colazione in camera e ci siamo preparati per uscire.

La giornata era abbastanza ventosa, ma ci faceva compagnia un bel sole. Dopo aver girovagato per un bel pò alla ricerca di un posto carino dove pranzare, Eros si è voluto fermare in un bel locale davanti al parco giochi: Chimbe.

Attirato dall’offerta nel menu’ del giorno dei calamari fritti, non ha voluto sentir ragioni ed è voluto entrare, e mai scelta fu più azzeccata.

Porto di Palau

Ad accoglierci Gianluca, un gentilissimo ragazzo che ci ha fatto sentire subito a nostro agio. Molto cortese e preparato ci ha  fatto accomodare facendo sentire i bambini dei piccoli principi. Dopo aver ordinato abbiamo fatto la conoscenza anche della proprietaria, una bella Signora ligure trapiantata in Sardegna da 22 anni, e letteralmente innamorata della nostra terra e dei suoi prodotti.

rpt
rpt

Simonetta ha iniziato a raccontarci di come sia nata la sua passione per la ristorazione e per il suo ristorante. Di come sia stata decisa nello scegliere il nome, Chimbe, cinque in lingua sarda, che era anche un modo antico per sancire un patto tra pastori.  Si emoziona Simonetta parlando della nostra terra, delle sue coste meravigliose e del suo entro terra affascinante. Ci tiene lei alla sardità dei suoi piatti, sceglie con cura le materie prime, le farine, i vini. Porta nel suo ristorante prodotti tipici della Sardegna, e predilige piccoli produttori emergenti, dando ampio risalto ai prodotti della tradizione rivisitandoli in chiave moderna attraverso piatti elegantemente presentati che non sono solo una vera e propria goduria per il palato come i ad esempio i Chiusoni alla Campidanese che mi hanno letteralmente rapita, ma anche una vera delizia per gli occhi.

Il Cameriere Gianluca del Chimbe
IMG_5409
IMG_5408

I camerieri Gianluca e Mirko

ptr
ptr

La Signora Simonetta insieme a Gianluca e Mirko

Se siete a Palau o in zona non potete non fermarvi al Chimbe, un viaggio sensoriale attraverso piatti sapientemente cucinati e le coccole di Mirko, l’altro cameriere che ha origini di Baressa, proprio come mio marito, Gianluca e Simonetta sono ciò che tutti noi meriteremmo durante una vacanza. Noi sicuramente ci torneremo quest’estate perchè davvero ci abbiamo lasciato il cuore.

Un pomeriggio alla scoperta di Santa Teresa di Gallura

Dopo pranzo siamo andati a mangiare un dolcetto nella pasticceria Napoletana che avevamo notato durante la passeggiata, che dire… divine bontà!

dolcezze Napoletane
IMG_5419

Date le meraviglie della zona non avevamo che l’imbarazzo della scelta su come trascorrere il pomeriggio.

La meta prescelta è stata Santa Teresa di Gallura.

Devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo paese. Panorami mozzafiato, la Corsica a due passi e scogliere che ti lasciano un’emozione addosso indescrivibile.

Eros a Santa Teresa di Gallura

Eros sul cannone sotto la torre La Turri

Abbiamo passeggiato tra i vari belvedere e ammirato la Torre Spagnola “La Turri”, sino ad addentrarci nel centro storico, dove abbiamo trovato tanta gente che già prendeva posto in attesa del concerto serale di Coez!

La Turri Torre Spagnola Santa Teresa di Gallura

La Turri Torre Spagnola

Santa Teresa di Gallura Preparativi per il concerto di Coez

Santa Teresa di Gallura centro

Dopo aver mangiato un buonissimo gelato siamo tornati a Palau e stanchissimi abbiamo scelto di ordinare una pizza in camera.

Pasquetta tra la Costa Smeralda e L’Acquario di Cala Gonone

Il giorno di Pasquetta era quello più atteso da Eros perchè c’era in programma la visita all’Acquario di Cala Gonone.

Ci siamo messi in marcia poco prima delle 10.00 e abbiamo deciso di percorrere l’orientale Sarda, facendo prima una tappa a Porto Cervo. Li abbiamo incontrato due cari amici e abbiamo fatto una bella passeggiata, godendoci il silenzio e il paesaggio.

In Piazzetta a Porto Cervo

Dopo aver pranzato a Olbia, abbiamo ripreso il viaggio per Cala Gonone. Abbiamo attraversato posti incantevoli e goduto di viste meravigliose.

L’ Acquario di Cala Gonone è stato  inaugurato il 10 Luglio 2010 con lo scopo di insegnare ed educare in maniera semplice e divertente.

La struttura si trova nel borgo marino di Cala Gonone e si affaccia sul golfo di Orosei, immersa nella macchia mediterranea.

E’ composto da 24 vasche che ospitano varie specie animali e vegetali tipiche del mar Mediterraneo, il percorso termina con vasche dedicate ai coralli e alle specie tropicali.

All’esterno poi da qualche tempo ha trovato casa anche una Volpe, adottata dagli operatori della struttura.

Eros sì è davvero divertito, è stato attento a tutto ed era felicissimo soprattutto quando ha visto Nemo!

Alex invece era un pò impaurito soprattutto dalle cernie, ma la sua attenzione è stata catturata dalla meravigliosa tartaruga che nuotava nella vasca più grande.

Eros all’Acquario

ptr
ptr
ptr

In viaggio verso casa

I nostri tre giorni di vacanza sono stati bellissimi. Abbiamo conosciuto persone stupende e ci siamo ricaricati.

Ora a me e Roby ci aspettano giorni di full immersion nello studio per preparare un esame, e anche le ragazze sono impegnate con le ultime interrogazioni. Rachele poi sta preparando la tesina per l’esame di terza media.

Insomma ancora un piccolo sforzo e poi ci aspetta un’altra meravigliosa estate sarda e sicuramente altri weekend da sogno.

Costa Palau

Share:

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.