La stanchezza di una madre di cinque

Ogni volta che incontro una persona la domanda che mi si pone è sempre la stessa: ma come fai con cinque figli?

Come riesci a far tutto ciò che fai?

La verità è che non lo so, la verità è che sono esausta. Mi sveglio già stanca, con la voglia di stare rannicchiata tra le coperte e di tornare indietro nel tempo a quando ero semplicemente una figlia ed ero io ad essere sempre coccolata.

La verità è che è difficile mettere sempre tutti d’accordo, fare tutto e farlo bene, non trascurarti e non trascurare chi dipende da te.

E non è facile tenere la casa pulita, fare 3 lavatrici al giorno, ritirare i panni, preparare i pasti, ascoltare i figli cercando di non incazzarti perennemente perché combinano qualcosa che va contro ciò che vorresti facessero.

La verità è che ti mancano le serate sul divano con tuo marito a guardare un film abbracciati, o fuori a mangiare una pizza senza avere il timer per andare a riprendere i bimbi.

La verità è che è una fatica inseguire i propri sogni a 38 anni con cinque figli da crescere perché la nostra società non ce lo permette proprio.

Ci facciamo tutti grandi con le parole: viva le donne, le donne sono il futuro, ma la verità cari miei lettori è che siamo solo bravi a farci la forca l’un l’altra, soprattutto tra donne. Se una è brava dobbiamo dire che è brutta, se una è bella dobbiamo dire che è stupida, se una è magra  sicuramente sarà antipatica.

La verità care amiche che mi chiedete come faccio a mandare avanti una famiglia con cinque figli, che sono mediamente educati, che hanno dei buoni voti a scuola, che praticano anche sport, è che non lo so!

Mi sveglio ogni giorno sperando che sia migliore del precedente, che il mio mal di testa non mi rovini la giornata, guardo il telefono sperando nel buon giorno di mio marito che è già a lavoro, cerco di ritagliarmi almeno un’ora per studiare e riuscire a dare un altro esame, trovo la forza per andare 40 minuti in palestra e chiedo comunque un po’ di forza per affrontare l’ennesima immensa giornata senza arrivare alla fine completamente sfatta e dover poi scrivere post sull’orlo di una crisi di nervi come questo!

  • Vanessa
    marzo 11, 2018 - 10:39 pm

    È vero si arriva vicini alla crisi di nervi, vicini al dire basta, non ce la faccio più, ma poi ti basta guardarli in faccia per capire che meraviglia hai creato ❤️

    1Vote Up0Vote Down

Accedi con



Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.