Premio Strega 2019, le autrici candidate

Share:
Premio Strega 2019, le autrici in gara

Il Premio Strega 2019 è alle porte, il 12 Aprile ci saranno le prime presentazioni dei libri in gara. Come ogni anno il calendario è ricco di appuntamenti, fino alla premiazione del vincitore che avrà luogo il 4 Luglio e sarà trasmessa in diretta su Rai 3.

E anche quest’anno fra i concorrenti non mancano le proposte al femminile. Autrici di tutta Italia che hanno creduto nella loro opera e si apprestano a vivere mesi di intense emozioni. Come il tour tra maggio e giugno e la prima votazione il 12 Giugno.

Donne forti, determinate, che hanno molto da dire e lo fanno tramite la parola scritta e il potere del libro. Conosciamole attraverso i loro scritti, i titoli in gara e le storie individuali di ciascuna autrice.

Premio Strega, le autrici in gara: Paola Cereda – “Quella metà di noi” (ed. Bellavida)

Paola Cereda è una delle autrici in gara al Premio Strega con il romanzo “Quella metà di noi”. Il libro racconta la storia di Matilde, una maestra in pensione che è costretta per necessità finanziarie a lavorare come badante in una casa altolocata.

Matilde, che per metà della giornata conduce un’esistenza scandita dal complicato rapporto con la figlia e i nipoti e dalle difficoltà di sopravvivere, si ritrova a trascorrere sempre più tempo nella casa “benestante” di un vecchio ingegnere. Una storia in bilico tra le due anime di Torino, quella dei lavoratori precari e quella della vita elegante e decadente dell’alta borghesia. Un romanzo intriso di poesia, dal cuore malinconico, per chi ha voglia di riflettere.

Paola Cereda al Premio Strega 2019

Paola Cereda partecipa al Premio Strega 2019

L’autrice è laureata in Psicologia e ha viaggiato moltissimo in tutto il mondo. Collabora con l’Associazione di Animazione Interculturale per promuovere un dialogo ricreativo tra minori italiani e stranieri, tramite esperienze condivise come l’animazione e il teatro. Nel 2009 è stata finalista al Premio Calvino con il romanzo “Della Vita di Alfredo”. Ha pubblicato con Piemme, Bellavida, Perrone e Baldini & Castoldi.

Benedetta Cibrario – “Il rumore del mondo” (ed. Mondadori) al Premio Strega 2019

Un’altra delle autrici in gara al Premio Strega 2019 è Benedetta Cibrario, con il romanzo “Il rumore del mondo”. Protagonista della storia è Anne, figlia di un mercante di sete pregiate che va in sposa all’ufficiale Prospero Carlo Carando di Vignon.

La vita matrimoniale si prospetta per Anne un autentico crepacuore a cui la giovane è tutt’altro che preparata. Solo un aspetto di questa nuova vita riesce a consolarla; il bel rapporto che si instaura con il suocero, Casimiro. Proprio l’uomo assegnerà ad Anne l’incarico di occuparsi della proprietà del Mandrone, aiutandola a riscoprire l’amore per le attività quotidiane e insegnandole un’importante lezione. Un romanzo intenso e vissuto in cui la storia dei singoli personaggi e la loro interiorità si dipana su uno sfondo – Storico – ancora sospeso e indefinito.

Benedetta Cibrario al Premio Strega

Benedetta Cibrario è candidata al Premio Strega

Benedetta Cibrario, classe 1962, è nata a Firenze. È laureata in Storia e Critica cinematografica e ha collaborato con numerose pubblicazioni tra cui “L’Espresso” e “Il Giornale dell’Arte”. Nel 2008 ha vinto il premio Campiello con il suo romanzo di esordio, “Rossovermiglio”, e nel 2010 è stata la volta del Premio Rapallo Carige con “I cieli noncuranti”. Ha pubblicato per Feltrinelli e, con l’ultimo romanzo, Mondadori.

Claudia Durastanti – “La Straniera” (ed. La Nave di Teseo)

Anche Claudia Durastanti è in gara al Premio Strega con il romanzo “La Straniera”, edito da La Nave di Teseo. Il libro è un intenso memoir in cui la protagonista ripercorre le origini della sua famiglia.

Un libro che parla di donne e uomini che hanno dovuto fare i conti con mille avversità. Come i nonni, emigrati in America da un tranquillo paesino lucano dove avevano vissuto tutta la loro esistenza. O come i genitori uniti da uno stesso handicap, la sordità, e travolti da una storia d’amore ricca di passione e istinti insopprimibili. Un romanzo che parla al cuore con la voce forte di una donna che si guarda alle spalle, che scava nel suo vissuto e in quello delle persone che hanno fatto parte della sua vita.

Claudia Durastanti al Premio Strega

Anche Claudia Durastanti partecipa con il suo romanzo “La Straniera”

Claudia Durastanti è un’autrice e traduttrice. Ha fondato l’Italian Festival of Literature in London e vinto il Premio Mondello Giovani nel 2010 con il suo romanzo d’esordio, “Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra”. Ha pubblicato con Marsilio, La Nave di Teseo e Minimum Fax.

Marina Mander – “L’età straniera” (ed. Marsilio) in gara al Premio Strega 2019

Tra le autrici in gara al Premio Strega 2019 c’è anche Marina Mander con il suo romanzo “L’età straniera”. Un romanzo molto particolare che racconta la storia di due ragazzi che fin da adolescenti hanno dovuto affrontare molte difficoltà e sfide.

Leo, da quando ha perso il padre, è pieno di odio. Non si fida del mare, non si fida delle persone e lotta quotidianamente contro i sensi di colpa che lo attanagliano, opprimendolo e impedendogli di sorridere. Florin è un ragazzino rumeno che per vivere è costretto a vendere il suo corpo a uomini violenti e senza scrupoli, e il cui passato è avvolto nel mistero. Quando la madre di Leo accoglie Florin a casa loro, per i due giovani ha inizio una convivenza per molti aspetti difficile, ma che cambierà la loro vita.

Marina Mander al Premio Strega

Marina Mander partecipa al Premio Strega

Marina Mander è nata a Trieste e vive a Milano. È stata finalista al premio Rapallo Carige nel 2013 con il romanzo “Nessundorma” e pubblicato per Marsilio e Mondadori.

Eleonora Marangoni – “Lux” (ed. Neri Pozza)

Anche Eleonora Marangoni è in gara al Premio Strega 2019 con il suo “Lux”. Romanzo d’esordio che racconta le difficoltà di muoversi tra due mondi, due realtà agli antipodi.

Tom è un giovane londinese di successo. Gestisce uno studio di light design e viaggia spesso per lavoro, forse anche per sfuggire a una situazione sentimentale piuttosto incerta, dove i successi amorosi del presente non riescono a soffocare la voce di un amore perduto. Quando riceve la notizia di un’eredità ricevuta da un prozio italiano, Tom è costretto a lasciare il mondo a cui è abituato per avventurarsi alla scoperta delle sue radici, sepolte nel profondo del Sud Italia.

Eleonora Marangoni

Eleonora Marangoni al Premio Strega

Eleonora Marangoni è nata a Roma e laureata a Parigi. Lavora come copywriter. Ha pubblicato per la casa editrice Michel De Maule, per Mondadori Electra e per Neri Pozza. “Lux” è il suo primo romanzo per adulti.

Cristina Marconi – “Città Irreale” (ed. Ponte Alle Grazie)

Tra le candidate al Premio Strega 2019 c’è anche Cristina Marconi con il suo libro “Città Irreale”. La storia di una ragazza alla scoperta di Londra,  dove sarà costretta a fare i conti con più di un imprevisto.

Alina ha ventisei anni e nella nativa Roma si sente sempre più a disagio. La sua natura ribelle, determinata, la spinge verso un futuro diverso. E il futuro ha il nome e le fattezze fumose e senza tempo di Londra. Così, nel 2008, Alina fugge dall’Italia e da quella vita in cui ormai si sente fuori posto. A Londra conosce il giovane medico Iain, di cui si innamora appassionatamente. Ma quando fra loro cominciano a disegnarsi fantasmi e ombre di un passato da cui non si può sfuggire, la vita si rivela inaspettatamente più movimentata del previsto.

Cristina MArconi

Cristina Marconi partecipa al Premio Strega

Cristina Marconi è una giornalista freelance che ha collaborato con “Il Foglio” e “Il Messaggero”. Da sette anni vive a Londra, dove è corrispondente estera per le testate italiane e per il suo blog. Ha pubblicato con Ponte Alle Grazie e Rizzoli.

Nadia Terranova – “Addio Fantasmi” (ed. Einaudi)

Anche  Nadia Terranova partecipa al Premio Strega 2019 con “Città Irreale”, una storia sul peso dei rimpianti e le difficoltà di lasciarsi il passato alle spalle.

Dal giorno della morte del padre, Ida non è più tornata a Messina. Ma poi, dopo ventitré anni, deve fare nuovamente i conti con il passato e con tutti i ricordi che continuano a vivere nel suo cuore. Perché la madre ha deciso di ristrutturare la vecchia casa di famiglia e spetta a Ida aiutarla nel difficile compito di fare ordine tra i ricordi di una vita. Ida dovrà affrontare i suoi rapporti con la madre e il marito, ma soprattutto con i fantasmi di ventitré anni prima, gli stessi fantasmi che l’hanno spinta a diventare la donna che è.

Nadia Terranova partecipa al Premio Strega

Nadia Terranova partecipa al Premio Strega

Nadia Terranova è nata a Messina nel 1978. Ha collaborato e continua a scrivere per numerose testate, fra cui “Il Sole 24 Ore”, “La Repubblica” e “Il Foglio”, e insegna alla Scuola del libro di Roma, dove abita. Ha scritto numerosi libri e racconti per l’infanzia e pubblicato con Einaudi, Bompiani, Mondadori, Sonda e Fernandel. Il suo romanzo d’esordio “Gli anni al contrario” ha ottenuto il plauso di Roberto Saviano e ha vinto il Premi Bagutta Opera Prima, Brancati, Fiesole e Grotte della Gurfa.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.