Will Smith pugile agli Oscar

582
0
Share:
Will Smith

Will Smith, il principe di Bel Air, pare abbia perso la corona. Candidato a vincere la sua prima statuetta agli Oscar del 2022, l’attore perde le staffe durante la serata di premiazione.

La battuta infuocata

Non è per niente piaciuta la battuta di Crhis Rock sulla testa rasata di Jada Pinkett Smith, malata da tempo di alopecia.

Will Smith sale sul palco e colpisce in viso il comico. All’inizio si pensa ad una gag organizzata. ma dalle urla e le imprecazioni dell’attore tornato a sedere si capisce che non c’è nulla di preparato.

Will Smith

Will Smith

La violenza e il Body Shaming

Will Smith ha dichiarato che difende sempre chi colpisce la sua famiglia. Chissà come si è sentita sua moglie a vedere salire il suo principe sul palco e sferrare un pugno a chi l’aveva derisa. Difesa? Protetta? Onorata?

Perché è sicuramente vero che il body shaming non fa ridere e va condannato sempre. Ma è altrettanto vero che la violenza non è mai la soluzione, mai!

E pensare che la cerimonia di premiazione si è aperta con un minuto di silenzio per la guerra in Ucraina.

La verità è che se vogliamo un mondo non violento, dobbiamo essere coerenti con questo ideale sempre.

Se vogliamo un mondo nel quale la parità di genere sia la normalità, dobbiamo finirla di apprezzare gli uomini che si sfidano a duello per difendere l’onore della “propria” donna.

Will Smith

Will Smith e Jada Pinkett alla cerimonia degli Oscar 2022

Il Patriarcato

Will Smith non ha fatto alcun gesto eroico. Aver colpito un comico ignorante non fa di lui un uomo migliore.

Avrebbe sicuramente potuto usare altri modi per manifestare la sua disapprovazione.

Addirittura sua moglie avrebbe potuto difendersi da sola! Per esempio!

L’osannazione social ricevuta dall’attore premio oscar è la dimostrazione di quanto il patriarcato si intrinseco nelle viscere dell’essere umano.

Frasi del tipo “vorrei essere la moglie di Will Smith” sono la dimostrazione di quanto ignorantemente pensiamo sia giusto essere difese a spada tratta da un uomo.

Invece l’unica cosa alla quale dovremmo ambire è il rispetto a prescindere dal nostro sesso, senza che un uomo sia chiamato a difenderci.

Solo allora potremmo davvero parlare di parità di genere.

 

 

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest