Diario di una gravidanza, la mia. Benvenuta Beatrice!

301
0
Share:
beatrice

È già trascorso quasi un mese da quando è nata Beatrice, ma sembra ieri!

Ho ancora il bracciale nascita al polso;

questa volta è tutto molto slow, forse perché non voglio perdermi nemmeno un istante.

Sono un po’ arrugginita, il mio ritmo sonno veglia mi ha salutato definitivamente;  ora svengo e mi sveglio di soprassalto e corro al biberon; sottolineo corro perché  avendo una brutta lombosciatalgia vi lascio immaginare il tutto altro che Usein Bolt.

La poppata notturna è sicuramente il momento più tragico! Io sono uno scorpione ascendente bradipo, ma questa gravidanza ha accentuato, pure tanto, questo mio ascendente.

Potrei dormire ovunque ed in qualsiasi momento.

La giornata di Beatrice

Per il momento la giornata tipo di Beatrice inizia alle 6, ormai abbiamo disattivato tutte le sveglie tecnologiche, ne abbiamo una più acuta e più morbidosa e in un attimo ci ritroviamo tutti in cucina tra colazione, chiacchere e preparativi per lavoro e scuola.

Nel frattempo Beatrice consuma il suo primo biberon, bagnetto e un bel pianto stura orecchie e si dorme un’altra volta;

ho circa due ore di autonomia per sistemare casa e sbrigare alcune faccende.

Questo è il suo ritmo per ora, poi arriva la parte dolente: La notte! Calma piatta fino a mezzanotte, poi è una continua ricerca di barbatrucchi per poter dormire quasi in pace e cosi arriviamo alle 6. Lei bella pimpante io pronta per la sfilata zombie.

E Gioele?

beatriceEccolo qui, ore 7 del mattino con quella sua espressione soddisfatta ed emozionata, questo è il loro primo abbraccio, non ha voluto attendere, non poteva. Dopo il nostro super abbraccio un po’ impacciato per via degli aghi delle flebo, mi ha detto semplicemente

mamma mi scoppia il cuore, sono tanto felice, sono un fratello maggiore”.

Lui è cosi, dolcemente complicato; la osserva in ogni momento come un vero bodyguard.

È un’ottima spalla sempre pronto ad aiutare anche nelle faccende di casa; vuole essere informato su tutto.

Questo un po mi rincuora, temevo il rifiuto. Non è facile per noi adulti ricominciare dopo cosi tanto tempo, figuriamoci per un bimbo.

Sicuramente andremo incontro a tanti momenti down, ma troveremo il modo e la felicità che ci meritiamo.

 

Il mio progetto di rubrica mensile non si interrompe ma si trasforma, mi piacerebbe raccontare mese per mese i nostri progressi, aggiornarvi costantemente su come stiamo e che combiniamo nelle nostre lunghe giornate.

Nel frattempo godiamoci questo momento meraviglioso vivendo il periodo più magico dell’anno.

 

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.