Regionali Sardegna, Conosciamo Viola Secci

925
0
Share:
Viola Secci

Tra le tante candidate alla carica di Consigliere Regionale, c’è anche Viola Secci, commerciante e mamma di Carbonia, l’abbiamo raggiunta per intervistarla e ci ha raccontato chi è e perché ha deciso di metterci la faccia!

Chi è Viola Secci?

Viola SecciV: Viola Secci è una che non si stanca mai. Impegnata quasi tutto il giorno in negozio e nella gestione della casa e della famiglia, ama fare lunghe passeggiate al mare o in campagna, leggere, ascoltare musica dal vivo, fare cene con amici e ballare.
Si è laureata a pieni voti nel 1996 presso l’Università degli studi di Trento in Sociologia indirizzo politico-istituzionale.
Nel 1998 ha conseguito un Master in “Comunicazione pubblica presso gli enti locali” all’Università di Torino.
Si occupa dell’attività commerciale di famiglia da quando, nel 1994, è venuta a mancare la madre in seguito ad un incidente stradale.
Oltre a seguire l’amministrazione, la gestione del personale e degli acquisti e vendite del negozio Spy, dal 2005 insegna per diversi enti di formazione nei corsi per operatori socio-sanitari.
E’ sempre stata attiva nell’associazionismo e nel volontariato e ha avuto esperienze di attivismo politico al Liceo, all’università e per le elezioni comunali delle ultime due legislature.
E’ una persona che ha avuto la fortuna di viaggiare molto, conoscere tante persone e confrontarsi con mondi diversi.
Tanti sono gli aggettivi con i quali gli amici la definirebbero: onesta, leale, intelligente, tenace, sensibile, attenta, spumeggiante…
Il suo vissuto l’ha portata ad essere oggi una donna libera: libera dai giudizi della gente, libera da condizionamenti ideologici.
Libera perché pronta ad affrontare tutto ciò che le si presenta davanti con coraggio e determinazione.
Questa libertà le consente di essere tradizionalista versi i valori della famiglia, dell’amicizia, del senso del dovere ma al tempo stesso emancipata come donna.
Di essere socievole e accogliente ma al tempo stesso riservata e protettiva a difesa dei propri spazi e della propria intimità.
Sono tradizionale per il concetto di senso del dovere e di sacrificio verso la famiglia.
Ma il mio concetto di famiglia è molto articolato perché definisco famiglia qualsiasi insieme convivente di persone che collabora per il proprio benessere psico-fisico, sociale ed economico.

Perché hai scelto di candidarti?

Viola SecciV: Ho deciso di candidarmi perché sono una che non riesce a stare a guardare. Non mi piace lamentarmi delle cose che non vanno senza impegnarmi in prima persona per cambiarle.

Spesso la politica mi ha delusa.
Ma nel progetto di Autodeterminatzione ho trovato una piena rispondenza ai miei ideali e alla mia idea di Sardegna e del suo futuro. Sono una combattente e non mi arrenderò mai.

Voglio che il popolo sardo sia riconosciuto per la sua identità e che possa autogovernarsi nel rispetto dell’ambiente e della propria cultura.

A cosa daresti priorità nel caso venissi eletta?

V: Se dovessi essere eletta mi occuperei in primis della necessaria riforma sanitaria, per un decentramento che consenta un più facile accesso alla sanità pubblica.

Secondariamente ho molto a cuore la condizione ambientale.

Credo nella sostenibilità dell’industria e nella realizzazione di bonifiche che consentano un rilancio del settore agro-alimentare e una valorizzazione turistica legata alla archeologia e alle bellezze naturalistiche.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.