Regionali Sardegna, Conosciamo Claudia Licheri

927
0
Share:
Claudia Licheri
Per la prima volta potremo votare sia un’uomo che una donna. Per conoscere più da vicino le nostre candidate sarde ho voluto fortemente che questa rubrica parlasse di loro.
Volevo creare uno spazio in cui si sentissero libere di esprimersi e di raccontarsi. Non è sessismo al contrario come qualcuno mi ha rimproverato;
ma è un dato di fatto che noi donne siamo ancora troppo poche in politica, siamo ancora troppo poche a ricoprire cariche importanti.
E non perché non siamo capaci ma perché ancora culturalmente limitati.
Allora, votiamo anche Donna, approfittiamone!,
Conosciamo in questa intervista Claudia Licheri, Giurista quarantenne che raggiunta da La Frack risponde così:

Chi è Claudia Licheri ?

Claudia LicheriC: Sono una donna di 40 anni, via da casa dall’età di 20 per poter conseguire la laurea in Giurisprudenza, ottenuta con il sostegno della famiglia e con il lavoro. 
Da 15 anni sono imprenditrice e proprio per questo, credo di conoscere bene le problematiche della piccola impresa sarda. 

Perché hai scelto di candidarti ?

C: Ho scelto di candidarmi perché sono stanca di dovermi lamentare di quel che (NON) viene fatto e di vedere giovani senza lavoro.
Giovani spesso costretti a dover scappare da questa isola che potrebbe dare tanto ma, quando sei fortunato, per averlo  devi strapparglielo con le unghie e con i denti.
Stanca di vedere genitori umiliati dal non poter dare adeguato sostentamento alla propria famiglia, di vedere serrande che chiudono e vie che si svuotano;
stanca di vedere gli allevatori elemosinare per un prezzo del latte congruo, di non potermi muovere dall’isola senza ammattire per trovare un volo e di percorrere strade che sembrano del terzo mondo.
Esausta di vedere le persone costrette a spostarsi per trovare una sanità adeguata, di avere liste di attesa di mesi per una visita e di riscontrare che al pronto soccorso si arriva a far stendere per terra le persone in attesa di cure.
Tutto questo non è più sostenibile.

A cosa daresti priorità nel caso venissi eletta ?

Claudia LicheriC: Credo che il nord Sardegna sia stato decisamente trascurato ed il mio intento è riportare l’attenzione verso una porzione dell’isola che potrebbe essere un paradiso autosufficiente ed invece si trova in ginocchio. 
Le mie priorità sono verso le imprese, siano esse agropastorali, artigiane o commerciali, sono la spina dorsale della nostra isola e senza di esse non possiamo pensare di reggere a lungo questa situazione economica. 
Il Goceano poi, mia zona di nascita alla quale sono fortemente legata, sta vivendo un periodo davvero complicato.
Trovandosi ai confini delle provincie di Sassari e Nuoro, ci si ricorda di esso solo in prossimità delle tornate elettorali. 
La chiusura delle scuole, la sanità decentrata, l’assenza di servizi, la carenza di lavoro dovuta anche alla difficoltà di mandare avanti le imprese agricole, il blocco dell’edilizia, sono tutti argomenti che stanno rapidamente portando allo spopolamento del Goceano.

Ecco, mi piacerebbe far sì che la gente non sia costretta ad andar via, che possa trovare soddisfazione e motivo di crescita nei luoghi ove è nata. 

Mi fa specie che ora tutti si ricordino dell’aeroporto di Alghero, del policlinico sassarese, della Sassari-Olbia,  del mondo delle imprese e di quello agropastorale.
Tutti coloro che sono stati in regione per una, due o più legislature sembra si siano accorti solo ora che i problemi ci sono e sono tanti e mi chiedo: possibile che ci si renda conto solo ora di come siamo messi ? 
La Sardegna ha bisogno di un deciso cambiamento;
deve recuperare il gap con la maggior parte delle regioni d’Italia e questo può avvenire solo tramite persone che abbiano davvero voglia di migliorare, che abbiano idee, che non siano legati alle politiche dei Partiti nazionali e guardino alla loro terra come ad un figlio da far crescere. 
Io sono abbastanza giovane da conoscere le esigenze di chi ha una vita lavorativa davanti a sé ma, al contempo, sono lontana da casa e mi occupo di impresa da molti anni, ho la determinazione di una figlia del Goceano – determinata,  testarda e onesta – e la voglia di ridare a Sassari, città nella quale vivo da 20 anni, il ruolo politico, commerciale e sociale che le compete. 
Per questo mi sono candidata, per questo chiedo il voto ai cittadini e questo è quel che intendo fare
Spero di avere l’occasione di dimostrare che anche chi non fa politica da sempre, può avere le idee e la forza per tentare di migliorare le cose.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.